La cucina tipica friulana

La cucina tipica friulana come la descrivereste?

Immaginate di poter unire i sapori decisi e forti della montagna ai sapori più raffinati e delicati del pesce, di miscelarli poi con spezie e sapori piccanti e fra un capolavoro di pasticceria ed un semplice piatto povero si apre il nostro menù del Friuli Venezia Giulia

Gli antipasti della cucina Friulana

Non possiamo certamente rifiutare un piatto di ottimo prosciutto San Daniele, il migliore d’Italia e del mondo. perfetta stagionatura e giusta salatura che conferisce una dolcezza unica alle sue carni. Da assaggiare certamente è il Frico, misto di formaggio magro e formaggio carnico rosolato in olio e cipolla, oltre alla Granzievola a la triestina, e cioè le granceole in olio sale e pepe.

I Piatti Tipici Friulani

La cucina friulana si basa molto sui prodotti della terra ed il piatto che più probabilmente ci verrà offerto è una minestra o una zuppa, il Brodeto a la Triestina ad esempio: una zuppa di pesce arricchita di molluschi e crostacei per la quale si usano pesci piccoli, chiamati minudaia. Ma possiamo anche benissimo trovare un piatto di agnolotti carnici che sono farciti con il formaggio carnico stravecchio. Tipica ed esclusiva è la Jota, una minestra di ortaggi e farina insaporita con brovade, che altro non sono che rape lasciate per un mese a macerare nel vino, mentre la paparot è una minestra di spinaci mescolati a diversi tipi di farina. Fra i secondi piatti possiamo assaporare l’Arrosto di manzo i cui ingredienti conferiscono un sapore particolare. La carne viene prima rosolata con lardo, cipolla, e aromi; viene poi aromatizzata con semi di cumino, radice di rafano e chiodi di garofano pestati. Quindi si mette in forno per portare a termine la cottura con varie aggiunte di brodo. I “Cevapcici”: salsicce fresche, piuttosto piccanti, tagliate a pezzi di lunghezza di tre-quattro centimetri, il cui impasto è carne mista di maiale, manzo e agnello. Cotte alla griglia o saltate in padella. Ma anche il muset è un profumatissimo cotechino composto da parti della testa del maiale, cotenna e carne degli stinchi, insaporite da cannella, coriandolo ed altri aromi. Viene bollito e servito con la “Brovada”, e in questo caso si completa la cottura in tegame con le rape acide, oppure con la polenta.

Possiamo accompagnare queste deliziose portate con vini rossi e bianchi friulani: un Cabernet Sauvignon del Merlot ad esempio o del Pinot nero.

Più vasta l’offerta dei vini bianchi: si va da ottimi Tocai, ai Resling italiani, allo chardonnay.

Ottima anche la proposta riguardante gli spumanti e da non disprezzare la produzione di grappe soprattutto a ridosso della fascia alpina.

I Dolci della Pasticceria Friulana

La pasticceria friulana subisce fortemente le influenze dell’alta scuola viennese. La Sacher e la Dobos, due torte della cucina austriaca, sono state da tempo adottate come prodotto tipico regionale.  Tipicamente friulana è la Gubana, una sorta di focaccia dolce, che nella zona di Trieste prende il nome di Putizza, per la quale, al posto dello zucchero viene usato il miele. Per il resto gli ingredienti sono simili, ma ancora non è stato stabilito il primato di bontà delle due ricette.

Autore dell'articolo: IAWA