Merano: i luoghi incantevoli da non perdere - IAWA

Merano: i luoghi incantevoli da non perdere

Merano è davvero una città incantevole, ricca di attrazioni e luoghi d’interesse.

Ere passate e moderne s’incrociano e si fondono, le testimonianze delle ere antiche si possono vedere sia nei musei e nei castelli.

I luoghi imperdibili da visitare a Merano

In primis citiamo ovviamente le Terme che offrono diversi servizi. La struttura è tra le più rinomate d’Italia e può contare su 15 piscine interne, 10 vasche all’aperto per il periodo estivo, 8 saune, giardini, Spa, centro fitness, ristoranti e molto altro ancora.

Merano: i luoghi incantevoli da non perdere - IAWA

Da non perdere i giardini botanici di Castel Trauttmansdorff, all’interno si trovano 80 aeree con giardini diversi da ammirare, 2 piattaforme panoramiche, una voliera e spiagge di palme.

Un luogo caratteristico ed imperdibile sono i portici, lunghi 400 metri sono una delle zone per shopping più famose del Sudtirolo.

Se volete ammirare un monumento davvero caratteristico non perdetevi la Wandelhalle, questo lungo edificio, relitto fantastico della Belle Epoque. Da ammirare i dipinti su parete di luoghi e paesaggi dell’ Alto Adige, creati dai migliore pittori del 19 ° secolo.

Visitare le migliori attrazioni di Merano

Conoscete la vecchia torre delle polveri? E’ alta 28 metri e vi è stata montata una scala moderna per poterla utilizzare come piattaforma panoramica.

I resti della città medievale si possono ammirare nelle mura della città nel cui interno si trova una porta cittadina del XIII secolo ben conservata. Il cuore medievale della città è però in effetti il rione Steinach alle spalle di Piazza del Duomo. I vicoli e i palazzi, oggi sede di piccole botteghe e locali, risalgono al XII secolo.

Merano: i luoghi incantevoli da non perdere - IAWA

Da visitare il Teatro Puccini è uno dei più interessanti centri culturali della città con le sue sale ricche di stucchi e decorazioni.

Fra i luoghi curiosi da visitare vi è senz’altro Ponte Romano che dalle mura del centro storico permette di raggiungere l’altra sponda del Passirio. La curiosità sta nel fatto che in realtà il ponte è seicentesco e non di epoca romana.

Le chiese da vedere a Merano

Citiamo Santa Barbara che è assolutamente da non perdere e si trova proprio alle spalle del Duomo. All’interno ammiriamo l’altare seicentesco in legno, dipinto con la tecnica del finto marmo, e una preziosa pala che raffigura la santa.

In centro incontriamo anche la chiesa del Santo Spirito, fondata nel 1271 dai conti del Tirolo.

Infine citiamo da vedere: gli affreschi di Santa Maria del Conforto, affreschi di epoca romanica e gotica e la chiesa di San Vigilio dove si trovano i resti della precedente costruzione gotica, con il suo altare e tracce degli affreschi del Quattrocento.

Autore dell'articolo: IAWA