Taranto: le più belle spiagge da visitare - IAWA

Taranto: le più belle spiagge da visitare

Taranto è una delle perle del Salento. Famosa per il cibo e la musica è soprattutto nota per i suoi bellissimi litorali e panorami.

Le coste sono molto estese: da Castellaneta Marina a Torre Colimena si alternano baie, calette e lunghi litorali come quelle di Ginosa Marina nei pressi di Torre Mattoni.

Dopo Campomarino si ammirano le suggestive dune di sabbia abbracciate dalla tipica e lussureggiante macchia mediterranea.

In generale le spiagge tarantine sono dorate, il mare è cristallino e i fondali sono bassi.

Vediamo quali sono i litorali da non perdere.

Taranto: le più belle spiagge da visitare - IAWA

Le spiagge più belle di Taranto

Iniziamo la nostra escursione da Castellaneta Marina in direzione Bosco Pineto, si presenta davanti a noi una lunghissima spiaggia costellata di dune.

Si prosegue verso Marina di Leporano dove si trovano spiagge attrezzate complete, terrazze sul mare, bar, ristorante, gelateria. Durante la stagione estiva vi si tengono anche spettacoli musicali.

Un’altra località da vedere è Marina di Pulsano, una baia naturale al cui interno si trova una delle più grandi pinete d’Italia. Nei pressi si trovano locali di ristorazione e strutture in cui è possibile  prenotare corsi e sport acquatici.

San Pietro in Bevagna vi conquisterà: un lungo litorale di sabbia fra i più belli delle spiagge di Taranto. A pochi km da qui, non mancano le discoteche, i pub, gli attrezzatissimi stabilimenti balneari e l’elegante Porto Cesareo.

Taranto: le più belle spiagge da visitare - IAWA

Da non perdere il Lido Onda Blu e Lido Zanzibar circondati dalla natura incontaminata a cui si accede da un pontile in legno. La spiaggia è abbracciata dalla pineta e dalla macchia mediterranea. Il mare è azzurro, cristallino e limpido, con fondali sabbiosi.

Torre Ovo è una località spettacolare con la sua foresta pietrificata e la torre con i resti dell’antico porto greco-romano visibile nei giorni di bassa marea.

La Salina dei Monaci è una vera e propria perla di rara bellezza, qui si depositava il prezioso sale marino e nel Medioevo, i monaci trasformarono il sito in un’efficiente fabbrica di sale. Qui si possono ammirare numerosi uccelli acquatici come aironi, i rari cavalieri d’Italia e nel mese di maggio i fenicotteri rosa

Infine citiamo Campomarino di Maruggio che presenta vari stabilimenti balneari attrezzati, divertimento e paesaggi indimenticabili assicurati.

Taranto: le più belle spiagge da visitare - IAWA

Autore dell'articolo: IAWA