Miniguida per Strasburgo cosa vedere e cosa mangiare - IAWA

Miniguida per Strasburgo: cosa vedere e cosa mangiare

Miniguida per Strasburgo: cosa vedere e cosa mangiare

Miniguida per Strasburgo cosa vedere e cosa mangiare - IAWA

E’ attraversata dal Reno che al suo interno si ramifica a est ritagliando isolotti mentre a nord e a sud è arginato dai resti della foresta renana, il cuore è una perla, la Grande Ile, imprigionata dallo stesso fiume: stiamo parlando di Strasburgo.

E’ il capoluogo dell’Alsazia ma è sempre stata anche una città di passaggio e da qui il suo nome “Strate Burgum” (città delle strade).

Ci accoglie all’ingresso di questa città un’atmosfera elegante, con un tocco di modernità che si armonizza perfettamente con lo stile classico d’epoca che presenzia ovunque maestoso nella città.

Arrivare a Strasburgo è semplicissimo visto che l’aeroporto Internazionale di Entzheim è a soli nove minuti dal centro della città e si può raggiungere con il bus.

Il periodo migliore per visitare Strasburgo? Natale naturalmente. La città si riveste di una magia scintillante del calore delle feste e dei mercati di Natale.


Cosa vedere a Strasburgo

Miniguida per Strasburgo cosa vedere e cosa mangiare - IAWA

Citiamo in primis la Grande Ile per l’appunto, circondata dal Reno e dichiarata Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO nel 1988. Segue la Cattedrale di Notre-Dame realizzata in quattrocento anni di lavoro (dall’XI al XV secolo) osserviamo nel dettaglio i portali d’ingresso e le statue oltre all’antico rosone quindi non possiamo perdere una visita al Museé de l’Oeuvre de Notre-Dame dove sono esposte diverse opere d’arte medievale e rinascimentale.

Se i musei di Straburgo sono fra i vostri principali interessi allora non perdete una visita al Palais de Rohan che ospita il museo delle Belle Arti, il museo archeologico ed il museo delle arti decorative. Imperdibile è anche il Museé d’Art Moderne che espone opere di artisti del calibro di Klimt, Braque e Rodin. E per finire il Museé Histrorique che espone al pubblico il materiale che testimonia le vicende storico-politiche che hanno lasciato il segno in questa città.

Miniguida per Strasburgo cosa vedere e cosa mangiare - IAWA

Per un è vero e proprio salto del tempo dobbiamo però recarci nel quartiere Petite France con le sue strade e case del sedicesimo secolo dove un tempo vivevano mugnai, pescatori e conciatori. Segue poi la passeggiata nei ponti coperti fino al Barrage Vauban dove si trovano esposte statue, pietre e frammenti di opere architettoniche. Quindi giungiamo in Palce Kleber dove possiamo visitare un convento francescano del diciottesimo secolo.

Un altro aspetto che non possiamo sorvolare, è la crociera sul Reno. Un’esperienza indimenticabile che ti permette di attraversare la città, mentre una guida ti racconta lo storia e ti descrive più dettagliatamente gli edifici ed i luoghi di interesse turistico. Adatto anche a famiglie con bambini.

Prelibatezze di Strasburgo

Terminato il tour culturale è il momento del tour gastronomico, lasciatevi tentare dal Bibeleskäs, formaggio fresco con patate saltate o dal Baeckeoffe ossia il pasticcio di patate e carne stufate nel vino bianco. Oppure dal Flammekueche, una sorta di pizza con crema acida, cipolla e lardelli o dal Fleischschneke, il girello di carne. Per chiudere un bel bicchiere di Schnaps ovvero un acquavite aromatizzata ai frutti rossi.




Autore dell'articolo: IAWA